TRE stabilimenti dati alla fiamme. Episodi di furti, vandalismi vari. Non è ancora allarme sicurezza ma... In campagna elettorale credo sarà un tema da affrontare. Io proprongo subito l'istituzione di una consulta per la sicurezza e i diritti dei cittadini e l'immediata approvazione del regolamento di attuazione della parte dello statuto comunale che permette la partecipazione diretta dei cittadini ed associazioni alla vita amministrativa (art. 46). Si può dire che una città più partecipata significa una città più sicura. Quindi occorre da subito la possibilità di far incontrare la gente nei vari quartieri, sulla falsa riga dei vecchi comitati di quartiere, un'assemblea democratica a presidio dedella città. Inoltre un concreto investimento in termini di illuminazione di strade e parchi e vie e, dove possibile, nei punti più sensibili, anche con accordi pubblico privato, sistemi di videocontrolllo. Ed infine il ripristino nelle forme di legge esistenti dell'obbligo di  denuncia degli affitti (come era con la vecchia tassa di soggiorno che si pagava fino a 30 anni fa).