sim.jpg

 

COMUNICATO STAMPA

È passato più di un anno dalle elezioni comunali e siamo ancora alle dichiarazioni di intenti del tipo "il centro-sinistra e il PD sapranno dare alla città le risposte che si attende".

Il segretario del PD Luigi Borrelli parla ancora di centro-sinistra non accorgendosi neppure che l'Amministrazione si mantiene con i voti di personaggi politici, che nel maggio scorso, si

 

 sono spesi per il centro-destra. Non basta l'alibi ormai abusato del "volere il bene di Francavilla"; Uniti a Sinistra chiede chiarezza e una risposta concreta, da coloro che continuano a definirsi paladini della nostra città, su pochi ma qualificati punti:

- una variante sostenibile al PRG

- un confronto democratico  tra i cittadini sul porto

- la difesa delle poche aree non edificate nelle zone 15 ( dalla ferrovia al mare) e la loro destinazione a uso pubblico

- una politica del sociale non lasciata all'improvvisazione dell'assessore di turno

- il funzionamento e l'apertura con una gestione democratica dei contenitori vuoti (Palazzo Sirena, MuMi, strutture sportive)

- una politica della cultura  basata non solo sul Premio Michetti o su qualche mostra itinerante che passa per  Francavilla

- servizi scolastici all'altezza e a prezzi ragionevoli

- la valorizzazione di monumenti e resti del passato, a tal proposito è deplorevole che non si sia ancora messo mano al recupero della zona archeologica di Villanesi.

Sperando che tale risposta non sia come per il piano spiaggia la riproposizione, un vero e proprio copia e incolla,  di quello fatto dal centro-destra.

 

Per Uniti a Sinistra

 

Mario Vacca

 Luca Iezzi